Così Parlò Zarathustra by Friedrich Wilhelm Nietzsche, Domenico Ciampoli

By Friedrich Wilhelm Nietzsche, Domenico Ciampoli

Così parlò Zarathustra. Un libro in line with tutti e in keeping with nessuno (tedesco: additionally sprach Zarathustra. Ein Buch für Alle und Keinen) è il titolo di un celebre libro del filosofo tedesco Friedrich Nietzsche, composto in quattro parti fra il 1883 e il 1885. Gran parte dell'opera tratta i temi dell'eterno ritorno, della parabola della morte di Dio, e los angeles profezia dell'avvento dell'oltreuomo, che erano stati precedentemente introdotti ne l. a. gaia scienza. Definito dallo stesso Nietzsche come "il più profondo che sia mai stato scritto", il libro è un denso ed esoterico trattato di filosofia e di morale, e tratta della discesa di Zarathustra dalla montagna al mercato consistent with portare l'insegnamento all'umanità.

Show description

Read or Download Così Parlò Zarathustra PDF

Similar other social sciences books

Readings in Classical Chinese Philosophy

Lengthy over due, this anthology collects in a single quantity new translations of a few of the important works through significant early chinese language philosophers-Kongzi (Confucius), Mozi, Mengzi (Mencius), Laozi, Zhuangzi, Xunzi, and Han Feizi. The ebook deals a very good and balanced collection of texts in readable translations that replicate the very most modern in high-quality scholarship.

Extra resources for Così Parlò Zarathustra

Sample text

Potrei credere solo a un dio che sapesse danzare. E quando ho visto il mio demonio, l'ho sempre trovato serio, radicale, profondo, solenne: era lo spirito di gravità, - grazie a lui tutte le cose cadono. Non con la collera, col riso si uccide. Orsù uccidiamo lo spirito di gravità! net (33). Ho imparato ad andare: da quel momento mi lascio correre. Ho imparato a volare: da quel momento non voglio più essere urtato per smuovermi. Adesso sono lieve, adesso io volo, adesso vedo al di sotto di me, adesso è un dio a danzare, se io danzo.

Ma se l'avete fatto, allora uccidetelo anche! Così parlò Zarathustra. DEI FIGLI E DEL MATRIMONIO. Fratello, ho una domanda per te solo: come uno scandaglio, getto questa domanda nella tua anima, per esplorarne la profondità. Sei giovane, e desideri per te figli e matrimonio. Ma io ti chiedo: sei un uomo cui sia lecito augurarsi un figlio? Sei il vittorioso, il vincitore di te stesso, il padrone dei sensi, il signore delle tue virtù? Così io ti interrogo. O dal tuo desiderio parla la bestia e il bisogno?

La vostra uccisione, giudici, ha da essere compassione e non vendetta. Badate, nell'uccidere, di giustificare la vita! Non basta che vi conciliate con colui che uccidete. Il vostro cordoglio sia amore per il superuomo: così giustificherete il vostro restare in vita! 'Nemico' dovete dire, ma non 'ribaldo'; 'malato' dovete dire, ma non 'furfante'; 'pazzo' dovete dire, ma non 'peccatore'. ” . Ma una cosa è il pensiero, un'altra è l'azione e un'altra ancora È l'immagine dell'azione. La ruota del motivo non passa tra loro.

Download PDF sample

Rated 4.67 of 5 – based on 42 votes