Contro il non profit by Moro, Giovanni

By Moro, Giovanni

Come una teoria riduttiva produce informazioni confuse, inganna l'opinione pubblica e favorisce comportamenti discutibili a danno di quelli da premiare.

Che cosa hanno in comune un’università non statale e un doposcuola in quartieri degradati? Un centro health e un’organizzazione sportiva in line with disabili? Un pub e una mensa consistent with i poveri? Una clinica religiosa e un’associazione di volontariato sanitario? consistent with tutti è ovvio che siano organizzazioni preziose perché non distribuiscono utili, favoriscono l. a. coesione sociale e rispondono ai bisogni dei più deboli. Il loro contributo all’interesse generale, però, non è scontato. Una teoria difettosa ha infatti unito in un insieme magmatico iniziative della massima utilità sociale, altre genericamente confident e altre che utilizzano a fini propri l’alone di benemerenza di cui questo insieme gode.
Giovanni Moro fornisce una prospettiva critica su questa realtà, sempre più importante ma conosciuta poco e male.

Show description

Read Online or Download Contro il non profit PDF

Similar other social sciences books

Readings in Classical Chinese Philosophy

Lengthy over due, this anthology collects in a single quantity new translations of a few of the critical works by means of significant early chinese language philosophers-Kongzi (Confucius), Mozi, Mengzi (Mencius), Laozi, Zhuangzi, Xunzi, and Han Feizi. The e-book deals a good and balanced number of texts in readable translations that mirror the very most up-to-date in high-quality scholarship.

Extra info for Contro il non profit

Sample text

Pur nella sua durezza e nel suo carattere assertivo, il libro è animato da uno spirito costruttivo e da un senso di profonda comunanza e simpatia con quella parte di «non profit» che contribuisce a fare del nostro paese una repubblica democratica, che sia tale nella vita quotidiana di tutti, e che sicuramente merita di più, a cominciare dal riconoscimento della sua specificità. È ad esso, vittima principale di confusioni, ambiguità e piccole e grandi furberie, che questo lavoro è dedicato. 1 Per qualche esempio di questi problemi e di queste acrobazie, vedi Giovanni Moro e Ilaria Vannini, La società civile tra eredità e sfide.

2. La invenzione del non profit 1. 500 anni fa (come se questo possa essere di qualche conforto, specialmente oggi), così in Italia si sente spesso affermare pomposamente che il non profit è di casa da settecento anni, cioè da quando le confraternite medievali si occupavano di malati, indigenti e persone abbandonate. Senza nulla togliere alle confraternite e ai comuni medievali, con i quali tuttavia confesso di avere una certa difficoltà a sentirmi in continuità, l’oggetto cognitivo e fattuale di questo libro, ossia la invenzione di un insieme di organizzazioni e istituzioni classificate sotto la etichetta di «non profit» o «terzo settore» e come tale affermatosi nella vita sociale, ha una origine molto più recente, connessa al passaggio alla «seconda modernità» di cui parlano i sociologi, avvenuto nell’ultimo quarto del XX secolo.

2. 9 Ivi, p. 7. 10 Ivi, pp. 14-15. , No. 91, New York 2003. , pp. 17 sgg. 13 Alcuni anni fa, e con esclusivo riferimento alle organizzazioni di cittadinanza attiva, ho contato 17 differenti insiemi di denominazioni per identificarle: Giovanni Moro, Azione civica, Carocci, Roma 2005, pp. 111-112. 3. Dove casca l’asino 1. «Non qualcosa» I limiti o le criticità che la costruzione concettuale del non profit presenta sono abbastanza evidenti, anche se ciò, come ho già sottolineato, non ha impedito di prenderla per buona e di costruire attorno ad essa una legislazione, delle politiche pubbliche, dei programmi di ricerca scientifica e un vago ma generalizzato alone di benemerenza.

Download PDF sample

Rated 4.38 of 5 – based on 31 votes